Complementi
2016 - Collection

QUINTESSENZA lampada
La "Quintessènza" nella fisica greca è il quinto elemento, l'etere aggiunto ai quattro di Empedocle (terra, acqua, aria, fuoco) considerato principio incorruttibile di vita e di moto intermedio tra anima e corpo. Per la fisica di Aristotele è natura eterna dotata di moto circolare.
Nella sua natura intima e intrinseca "Quintessènza" scopre un valore, una realtà. Una forma di energia del vuoto, l'essenza purissima del corpo originario, postulata per spiegare lo spirito di un luogo, indagine al contempo antropologica e poetica, sulla misteriosa entità che rappresenta il mistero di un territorio. Per comprenderla e riconoscerla occorre essere curiosi, lasciarsi incantare... sentire.

SHANGAI pomo
Lo Shangai gioco della tradizione cinese è espressione di pazienza e delicatezza nei movimenti.
Tutto iniziò dal primo bastoncino… Lo facevo spesso da bambina, e in modo giocoso partivo dal legnetto più semplice per sbloccarne altri. L’entusiasmo mi faceva perdere nel tempo e adoperavo volta per volta la strategia giusta per continuare . Con pugno stretto tenevo in mano questa miriade di bastoncini che mi ero guadagnata. Il ricordo di quell’attimo, quell’emozione che conservo dentro di me è rappresentato in “Shangai”. Shangai è il gioco della vita, sediamoci al tavolo e iniziamo a giocare!

CORE pomo
Nel pensiero dei filosofi e dei mistici orientali e occidentali, l’universo è energia in perenne movimento. Anche l’uomo è energia e l’individuo è energia cosmica individualizzata nel singolo. Il movimento pulsante dell’energia costituisce la vita e più l’energia si muove, più il corpo è vivo, vibrante . Il centro di tale energia è il nucleo, o Sé spirituale, il Core. “CORE” rappresenta la sede dell’amore. E’ lo strato più profondo, più interno dell’uomo, è energia creativa, vitale, è la nostra essenza, la “scintilla divina”, l’anima. Percepire questo nucleo interno di luce e amore è espressione del nostro potenziale più elevato.

DEDALUS pomo
Dedalo (in greco antico: Dáidalos) , personaggio della mitologia greca,grande architetto, scultore ed inventore, noto soprattutto per essere il costruttore del famoso labirinto de Minotauro. Dedalo e labirinto sono dei simboli enigmatici , spesso usati con lo stesso significato. Il labirinto, conduce al centro ,nel dedalo vi sono molti itinerari praticabili: i bivi insidiosi e le vie senza uscita non consentono una chiara visione del percorso, ci si smarrisce facilmente. In DEDALUS ho rappresentato lo spazio chiuso in cui erra l’uomo che si lascia guidare dai sensi. Il Dedalo rappresenta le innumerevoli possibilità e indica le scelte apparenti, spesso contraddittorie dellavita. Il poeta Virgilio (70-19 a.C.) ne descrive differenti, costituiti da migliaia di percorsi e molteplici direzioni contrarie. E’ dunque un simbolo della vita esteriore dove regnano lotta e confusione. Il cercatore , se tale è veramente, deve trasferire la sua ricerca dal dedalo al labirinto, dove l’attende la vita nuova. Il dedalo rappresenta l’esteriorità , il labirinto il modo per arrivare all’interiorità.

QUINTESSE'NZA
Lampada

yellow / blue : carta, metallo laccato
Dedalus
Pomo big

carta, fusione di argento
Core/SHANGAI
Pomo

carta, pietra naturale, metallo nichelato
Dedalus
Pomo small

carta,pietra naturale, metallo nichelato
Frames
2016 - Collection

Francesca Mazzotta nella rappresentazione della vita quotidiana dello spazio d'origine in cui vive recupera e rielabora  la preziosità di antichi ricami e mira coraggiosamente alla cultura del presente, creando nuovi capolavori del nostro tempo.
Come brevi "frame" ci riporta ad una piccola parte di realtà e assume come verità assoluta il ricordo di una tradizione .
Un fotogramma fissa l'immagine di una cultura su un supporto bianco, puro come il biancheggiare delle mura in calce.
Come un velo ricamato si stende  tra  l 'esperienza vissuta e l'atto linguistico del raccontare, geografia dell'infanzia di un luogo che prende su di se i caratteri un po solenni e forse sacri di un lembo di terra affezione di memoria.
Pizzi e merletti, trine e ricami, trame preziose diventano gioielli, somiglianti a sculture in miniatura .
Piccolo scrigno, il gioiello è frutto della passione e  memoria di quando,  le giovanissime, passavano le ore in casa della "mescia" per apprendere i segreti di un'arte tipicamente femminile.
Il riporto sul gioiello del pizzo in "punto Maglie", (un tipo di ricamo che deriva dal "punto ago" originario di Burano e che ha avuto il suo massimo sviluppo nel XIX secolo favorito dalla moda dell'epoca), diventa una simbologia costante e concretizza la ricerca di un nuove stile.
Materia prima e preziosa, il merletto è lavorato dalle abili mani di ormai poche donne che si riuniscono nelle calde giornate d'estate, nelle fresche corti del centro storico e che non è difficile incontrare mentre si passeggia per il borgo antico.
La cornice dorata del bronzo determina un campo, che delimita, protegge, svelando la  visione nascosta di un gioiello in uno spazio antico riportato alla modernità.

Frames
Bracciale

bronzo, fibra di cellulosa, pizzo
Frames
Anello

carta, fusione di argento
Frames
Pendente

bronzo, fibra di cellulosa, pizzo, stoffa
Frames
Orecchini

bronzo, fibra di cellulosa, pizzo
Traces
2015 - Collection

ARMONIA DI SENSI E FORMA
La collezione “TRACCE” di Francesca Mazzotta, rappresenta la visione tra il forte legame con gli elementi della terra in cui vive e l’oggetto, tra la visione della donna, la sua magia e il gioiello. “Tracce”, come espressione simbolica di un luogo che emerge percorrendo le linee morbide dei rilievi che si intersecano con quelle nette dei campi. Colline, mare, per cogliere giochi di forme e colori che ne rivelano l’anima. È così che trova nelle sue creazioni la quintessènza, manifestando l’immagine di composizioni astratte e profili antropomorfi. Oggi è convinta che forme e materiali vadano reinterpretati in chiave contemporanea. I gioielli di Francesca Mazzotta sono contaminati dall’uso di antiche tecniche come quella della cartapesta leccese, con la reinterpretazione e la fusione di materiali apparentemente distanti tra loro. Vere opere d’arte da indossare, caratterizzate dallo studio di volumi, varietà di forme, colori, superfici. Le trasparenze e le incrinature della materia insieme agli intrecci creano un gioco di luci, riflessi e ombre che incantano e stupiscono. Nelle sue creazioni, la maestria artigianale, plasmata da una sapiente tecnica orafa, l'uso di materiali naturali(Carte fatte a mano, fibre di cellulosa), creano la giusta alchimia con argento, bronzo, perle d'acqua dolce e minerali. La capacità scultorea, la cura dei dettagli , qualità che completano e rendono unici i pezzi contemporanei di Francesca Mazzotta.
IL DESIGN
La linea è caratterizzata da forme essenziali morbide e prive di spigoli.
L’aspirazione progettuale deriva dall’osservazione della natura del proprio territorio d’origine: la Puglia.
La sua ricerca non è casuale e niente è superfluo.
La selezione visiva, la mutazione e l’adattamento mediante l’azione erosiva dell’acqua o modellante del vento esalta una gestualità
votata all’evidenza di forma, materia e volume.

Dedalus
Collana

carta, fusione di argento, plex
Dedalus
Anello "Secondo"

carta, fusione di argento
Dedalus

Versatile, leggera, resistente.
Forma sinuosa, contrasto di pieno e vuoto,
assenza che diventa presenza
nell’attraversamento di luce, vento, corpo.

MATERIALI:
CARTA, FUSIONE DI ARGENTO / BRONZO BIANCO, PERLE DI FIUME, PLEX, TESSUTO
Dedalus
Pendente

carta, fusione di argento, tessuto
Dedalus
Orecchini

carta, fusione di argento
Dedalus
Bracciale

carta, fusione di argento
Dedalus
Anello

carta, fusione di argento e bronzo
Dedalus
Orecchini lunghi

carta, fusione di argento
Dedalus
Anello "Primo"

carta, fusione di argento, perla di fiume
Dedalus Lux
Collana

carta, fusione di argento e bronzo, plex
Dedalus Lux
Bracciale

carta, fusione di argento e bronzo, plex
Waft

Un incontro magico
magico e vivo come il vento
magica e viva l’opera
nella sua armoniosa complessità.

MATERIALI:
CARTA, FUSIONE DI ARGENTO / BRONZO BIANCO, PLEX, AGATA, MALACHITE, RAME
Waft
Collana Lunga

carta, fusione di argento e bronzo, agata nera, rame
Waft
Collana

carta, fusione di argento, plex, malachite
Waft
Orecchini

carta, fusione di argento, plex, malachite
Waft
Anello

carta, fusione di argento, plex, malachite
Lynph
Anello

fibra di cellulosa, fusione di argento e bronzo
Morphè
anello

carta, fibra di cellulosa, fusione di argento e bronzo
Morphè

Forma in atto, potenza, divenire
essenza e causa della materia
che rende possibile l’esistenza.

MATERIALI:
FIBRA DI CELLULOSA, CARTA, FUSIONE DI ARGENTO / BRONZO BIANCO
Morphè
"Secondo" anello

carta, fibra di cellulosa, fusione di argento e bronzo
Breeze
Collana

carta, fusione di argento e bronzo, perle di fiume
Seaschell
Pendente

carta, fusione di argento e bronzo, rame, tessuto
Lace
Collana

carta, fusione di bronzo giallo, perla di fiume
Lace
Orecchini

carta, fusione di bronzo giallo, perle di fiume
Lace
"Primo" Orecchini

carta, fusione di bronzo giallo, turchese
Lace
Bracciale

carta, fusione di bronzo giallo, turchese
Leaft
Anello

carta, fibra di cellulosa, fusione di argento
Io, Francesca
Dicono di me

Si laurea in arti visive a Lecce presso l’Accademia di Belle Arti .
Vive e lavora nel Salento dove collabora con svariati studi d’architettura. Il suo interesse si catalizza all’arte e il design e la sua linea di pensiero è attenta al mondo dell’ eco-sostenibilità.
Predilige l’impiego di materiali naturali quali carta, legno, terracotta.
Significativa la sua partecipazione a corsi specializzati alla conoscenza e sperimentazione della cartapesta leccese, antica tecnica nota nel suo territorio d’origine.
Fonda nel 2009 un brand legato al gioiello ecosostenibile.
I suoi lavori sono pubblicati su diverse riviste ed è presente ad eventi legati al design e alla moda :
Salone Internazionale del Mobile (Milano), White (Milano), Macef (Homi-Milano), Operae (Torino), Ha presieduto alla consegna delle Medaglie per il premio Bodini al Salone del libro 2014 in Torino e al Teatro Romano di Lecce (2014-2015).

Video
Francesca Mazzotta

PHOTO Fabio Perrone, MAKE-UP Cristina Carretta, HAIRSTYLE Antonio Blanco, MODEL Valentina Piccolo - EDITING Mirko Longo - MODEL Greta Manili.

Contatti
Linea diretta

Francesca Mazzotta
VIA COLLEPASSO, 71 - 73020 CUTROFIANO (LE)
P.IVA 04368150753

info@francescamazzotta.com
+39 338.8219350

Francesca Mazzzotta